Una vita in poche password

Come già dal titolo, il nuovo romanzo dell’accoppiata Niceforo-Zen si presenta come estremamente attuale. Infatti sono ben poche le persone che non hanno nel loro quotidiano password e pin da ricordare a memoria: accesso al telefono, codice del bancomat, credenziali della posta… codici per accedere alle pagine dei vari portali amministrativi o a Facebook… Ma quando una vita si riduce a un pugno di password, da un lato prevale la tristezza di un mondo un po’ troppo meccanico e, dall’altro, una verità che vale per tutti: non esiste un codice sicuro per nessuno.
Nessuno è al sicuro in questa realtà moderna, nel mondo occulto degli hacker e sulle frontiere della nuova criminalità, i bitcoin, tanto per citare un aspetto che compare anche nel testo.
Quanto allo stile narrativo, questo è estremamente vivace: un contrappunto tra due personalità che però alla fine produce un costrutto unitario. La quotidianità viene sottolineata anche da frasi in dialetto veneto e da quegli “accidenti” che funestano l’esistenza degli investigatori.
Il plot di questo romanzo inizia a Capodanno con due corpi carbonizzati, forse un duplice omicidio. E via via, di scoperta in scoperta, le password introducono il lettore a sempre nuove rivelazioni.
Nel complesso una prova letteraria di livello, perché mescola diversi piani sia morali che polizieschi. Ma alla fine ci sarà giustizia? Questa domanda va ben al di là dei normali segreti che una password può custodire.

Marco Delpino
dalla presentazione

15,00

COD: NAR02 Categorie: , Tag:

Formato 15 x 21 cm., pagg. 294, copertina a colori.

Umberto Niceforo e Pierfrancesco Zen costruiscono un thriller appassionante, ricco di colpi di scena.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Una vita in poche password”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.